Il falso re e la morte di Dolasila

Dolasila avrebbe voluto ritirarsi dal campo di battaglia, ma al re le guerre non bastavano mai. Per conquistare il regno sotterraneo degli Aurona incominciò a tessere trame segrete con i popoli vicini. Così cacciò Edl de Net dal suo regno. Un giorno Dolasila vagava sui prati dell’Armentara sperando di incontrare Edl de Net. Tornando verso il castello donò le sue tredici frecce fatate a tredici monelli mandati da Spina de Mul. La bianca corazza della principessa si fece scura come il sangue e Dolasila ricordò la profezia dei nani. Ormai aveva capito che il suo destino era segnato. Così la principessa dei Fanes guidò il suo popolo alla morte. I popoli che il falso re era riuscito a raccogliere con l’inganno si radunarono sul Pralongià. La battaglia fu dura e sanguinosa e Dolasila cadde trafitta dalle sue stesse frecce fatate invocando Edl de Net. Il re dei Fanes voleva tornare al castello, ma gli alleati lo tenevano prigioniero e lo beffavano. Era un falso re che aveva tradito il suo popolo e come tale divenne pietra. Il passo ai piedi del Lagazuoi si chiama ancora oggi Passo Falzarego.
Un sogno che diventa realtà
Scopri i nostri esclusivi chalets
in questo video
  • Liondes Chalets
  • Str. Plan de Corones 21 - 39030 S. Vigilio di Marebbe (BZ) - Italia